Riflessioni su ……….. A tutti coloro che parlano in Autismo. Articolo di Roberto Rusticali curatore del sito

0 Pubblicato da lun, 25 marzo 2013, 11:37

Articolo di Roberto Rusticali Curatore di Autismo On Line www.autismoonline.it

 

Riflessioni sull’Articolo: A tutti coloro che parlano in Autismo

 

Questo è il titolo di un articolo che trovate nel mio Sito, scritto dal Dott. S. Aloisi , (http://www.autismoonline.it/riflessioni/A%20Tutti%20coloro%20che%20parlano%20in%20Autismo.doc . Aloisi è Consulente Scientifico della Associazione A.G.S.A.S onlus (www.autismoperche.it  e su questo Articolo si possono trarre molti interessanti spunti di Riflessione.

  1. Il Dr. Aloisi aveva proposto tra il 1990 e il 1996 una serie di Sperimentazioni a Costo Zero su Argomenti che oggi con l’ingresso del D.A.N. Italy sono di gran moda.

 

  1. Tali Sperimentazioni non andate a buon fine per “la mancata collaborazione dei genitori di bambini con Autismo e per la Diffidenza dei Neuropsichiatri Infantili e dei Medici di Base”.

 

  1. Il Dr. Aloisi esorta a costituire una Fondazione Nazionale Privata che faccia Ricerca Scientifica delle Cause dell’Autismo al fine di impostare cure e terapie adeguate.

 

  1. Anche il Dr. Aloisi, prende una posizione netta contro il D.A.N., mettendo l’accenno sulla mancanza di Documentazioni Scientifiche con Sperimentazioni in Doppio Cieco.

 

  1. Si parla nell’Articolo dell’esterofilia negli Esami di Laboratorio, affermando che è inutile e costoso andare all’estero in quanto in Italia tali esami si possono fare.

 

Gli spunti di riflessione che mi vengono spontanei, gli danno in parte ragione ed in parte torto, ma in ogni caso mettono in risalto l’impegno che Aloisi sta profondendo nell’Autismo.

 

  1. Il Dr. Aloisi nei primi anni 90 si è scontrato con la convinzione della quasi totalità dei Medici di Base e NPI, che l’Autismo era esclusivamente una Sindrome di origine psicologica e ne venivano a priori precluse altre ipotesi.

 

  1. Ovviamente anche la massa dei genitori (ribadisco una volta di più la rivoluzione avvenuta grazie ad Internet), non potevano prendere posizioni diverse…………. Se lo “Specialista” che segue il figlio aveva certe convinzioni, era Lui il Laureato che aveva studiato e loro non potevano certamente contestargliele e quindi se l’opinione del Medico era che le sperimentazioni proposte dal Dr. Aloisi potevano essere inutili e addirittura dannose è evidente che a quei tempi anche i Genitori si adeguavano.

 

  1. La Fondazione Nazionale Privata che faccia Ricerca Scientifica delle Cause dell’Autismo è a mio avviso una strada che bisogna per forza intraprendere (i tagli ai Fondi destinati alla Ricerca Statale stanno diventando veramente scandalosi), vi basti pensare che al Laboratorio di Pediatria dell’Università di Padova, unità all’avanguardia sugli studi di Biochimica, hanno una macchina per studiare la Permeabilità intestinale che si è rotta nel 2004 ed il laboratorio non ha i fondi per ripararla).

 

  1. Sperimentazioni: qui caro Dr. Aloisi cominciano le nostre divergenze di opinioni, perché bisognerebbe innanzitutto capire quali tipi di Ricerche e di Sperimentazioni otterrebbero l’approvazione e la collaborazione dei genitori.

Non ci sarebbero problemi per tutte le Ricerche Genetiche, non ci sono stati problemi per trovare pazienti disponibili per le Ricerche del Dr. Balzola sull’intestino, ora si troverebbero migliaia di genitori disponibili alle Ricerche sulle Intolleranze Alimentari, Ipoglicemie, Candidosi, per le Ricerche sulla presenza nell’organismo di Metalli pesanti, anzi, se si dovesse ripresentare l’ipotesi di riconsiderare le Ricerche abortite nel 1990 e 1996 troverebbe in Autismo On-Line un partner entusiasta e collaborante.

Ma da molte evidenze che verifico tramite il Sito, sono certo che se Lei proseguendo con l’ipotesi di Studio, proponesse ai genitori Sperimentazioni con la somministrazione di Farmaci, Vitamine, Chelazioni, Utilizzo di Integratori, nella formula classica del doppio cieco ………………….. troverebbe nuovamente “la mancata collaborazione dei genitori” e Le verrebbe risposto picche come le è successo in passato; ma questa volta per motivi diametralmente opposti a quelli di 10 anni fa.

 

E questo succederà perché secondo me gli addetti ai Lavori (Medici e NPI) non comprendono a fondo la psicologia dei genitori dei loro Pazienti, ma anche i Dirigenti delle Associazioni di Genitori non capiscono i loro Associati.

 

Permettetemi una analogia con le recenti Elezioni Politiche in Iran, dove non c’era un solo commentatore Occidentale che nel ballottagio non pensasse ad una schiacciante vittoria del Candidato Moderato Rafsanjani contro il candidato ultraconservatore Ahmadinejad, perché ragionando da Occidentali sembrava ovvio che gli Iraniani privilegiassero col voto, l’apertura al mondo civile e la Democratizzazione della Nazione.

Che grande Sbaglio di valutazione, come del resto continua ad essere sbagliata la politica degli USA in Iraq, perché nessuno pensa di fare la sola cosa intelligente, perché è solo per un peccato di presunzione, in considerazione del fatto che la nostra civiltà sia la migliore, che non ci si mette a cercare di capire cosa realmente c’è dentro al cervello, ai sentimenti, anche le arretratezze, ma soprattutto ai bisogni sociali e culturali e religiosi degli Arabi, che non sono come i nostri.

 

Per i Genitori dei soggetti Autistici è uguale, non si vuole capire che le loro frustrazioni, lo stress, l’isolamento sociale, la mancanza di una adeguata presa in carico del figlio, la latitanza delle Istituzioni, le continue affermazioni che l’Autismo è inguaribile, non permetteranno mai che questi Genitori disperati accettino che al loro figlio si neghi la speranza di una ipotetica Guarigione iniettandogli un Placebo.

 

Ed ecco il perché del grande successo avuto da Noi dal DAN Italy, loro fanno Sperimentazione di somministrazione di Medicinali, senza il doppio cieco, per loro tutti i soggetti sono uguali, per una scelta del Dottor Rimland, al DAN non si danno Placebi, si utilizza la loro Check-List di valutazione (www.ARI-ATEC.com ) prima del trattamento, e poi ogni 2/3 mesi se ne fa una durante il trattamento e si avanti così per prove ed errori, con evidenze di miglioramenti o di peggioramenti, a rischio dei pazienti. Sono d’accordo che operando così, al DAN manca la Scientificità, ma trovatemi un’altra soluzione adeguata, io non ne vedo. (L’ARI-DAN fa anche delle Ricerca in prestigiose Università Statunitensi e da recenti informazioni mi risultà che anche il Dr.Balzola riceverà dall’ARI DAN un Finanziamento per la sua ricerca sull’intestino).

 

Caro Dr. Aloisi questa è la mia opinione, suffragata da tante mail e tante discussioni con altri genitori (che cerco di capire entrando nella loro testa), provi a fare una indagine presso i suoi soci (e mi piacerebbe che questa prova venisse fatta anche tra i Soci Angsa) e vedrà che questa è l’opinione della maggioranza (se poi l’indagine fosse anonima, vedrebbe la quasi totatilità di risposte negative).

 

5. Esterofilia negli Esami di Laboratorio, probabilmente ho perso un sacco di anni a chiedere che l’Angsa ed in parcolar modo il Dr. Carlo Hanau, Direttore del Bollettino mi fornisse l’elenco dei Laboratori che in Italia eseguono le indagini Metaboliche specialistiche svolte dai Laboratori Inglesi e Statunitensi, tale richiesta mi è sempre stata negata, spero che Lei caro Dr.Aloisi possa finalmente darmi le risposte che cerco.