Editoriale 12 Aprile 2013

0 Pubblicato da lun, 15 aprile 2013, 08:45
EDITORIALE di Autismo On Line del 12 Aprile 2013 – Quando guardo Andy

Quando guardo Andy e vedo i suoi occhi dolci, quando dalle sue labbra sboccia il suo sorriso spontaneo, quando si toglie il suo cappello rosso per farsi baciare tre volte (sulle guance e sulla fronte), mi sorge un pensiero immediato ed esclamo… Cucciolo.

Cucciolo perché mi ricorda il Bambi della Walt Disney, dolce, innocente, incapace di fare del male e anche desideroso di ricevere affetto dai suoi simili, malgrado il suo Autismo.

E poi scopro dai Giornali che ci sono delle persone (sic) che invece sarebbero capacissime di fargli del male, picchiandolo, insultandolo, mortificando la sua umanità, violentando ciò che di più puro c’è al mondo… un Bambino Autistico non Verbale come potrebbe essere il mio Andy e purtroppo come è accaduto a quel povero bambino di Barbarano Vicentino.

Forse non tutti sanno di cosa stò parlando, perché questo gravissimo caso, un Ragazzo Autistico di Barbarano Vicentino costantemente vessato e malmenato dall’Operatrice dell’Ulss e dall’Insegnante di Sostegno, è stato inspiegabilmente trascurato dai Media Nazionali come se si trattasse di un episodio Provinciale.

Ringraziamo perciò il Genitore che ha avuto il buon senso di non farsi giustizia da solo e di andare dai Carabinieri, ringraziamo i Carabinieri e la Magistratura per aver celermente preso atto della grave situazione intervenendo in tempi rapidi.

Ringraziamo tutti gli Insegnanti di Sostegno e tutti gli Operatori che lavorano con i nostri ragazzi con dedizione, impegnandosi al massimo delle loro possibilità, perché ricordiamocelo… le SS Naziste erano una infima minoranza della popolazione Tedesca e le due mentecatte che sono ancora in galera sono sicuramente parte di una infima, vergognosa e inumana minoranza.

Ricordiamocelo e ricordatevelo cari amici che mi leggete, non lasciate che lo sdegno vi porti a fare di tutta un’erba un fascio, la Scuola è una delle poche cose che a livello Statale funzionano per l’Autismo, non dimentichiamolo e non facciamo che lo sport Italico dello sfascismo contagi anche una delle poche oasi felici che abbiamo.

 

Roberto Rusticali