Posti organici di sostegno

0 Pubblicato da lun, 29 aprile 2013, 10:28

F.I.S.H.
FEDERAZIONE ITALIANA PER IL SUPERAMENTO DELL’HANDICAP
C/O FAIP – VIA GIUSEPPE CERBARA, 20 – 00147 ROMA
TELEFONO 06/51605175 FAX 06/51883253
_______________________________________________________________________________________

COMUNICATO STAMPA


La FISH, a nome delle 28 Associazioni nazionali e delle 8 Federazioni regionali aderenti, comunica di aver preso atto con piacere del contenuto dell’emanando decreto applicativo dell’art 22 della finanziaria concernente i posti organici di sostegno e di aver riscontrato che, nella parte normativa, sono state tenute nella dovuta considerazione le osservazioni e le richieste avanzate dalla FISH in numerose lettere al Ministro Moratti e durante il recente incontro avuto col Sottosegretario on. Aprea.
Infatti sono state previste le deroghe per la nomina di insegnanti di sostegno di competenza dei Direttori scolastici regionali, nonché il disposto del DM n. 141/99, secondo il quale le classi possono avere non più di un alunno con handicap grave e non più di 25 compagni, pena lo sdoppiamento.
E’ invece seriamente preoccupata per l’insufficiente ammontare dei posti di sostegno assegnati nei contingenti regionali, inferiori a quelli dell’anno precedente, in presenza di un maggior numero di alunni con handicap. Sarà estremamente defatigante contrattare le deroghe di centinaia di posti ( migliaia nelle grandi città), col rischio che, malgrado la vigenza delle norme per le deroghe, si arrivi all’inizio dell’anno scolastico in situazione di totale confusione.
Pertanto, mentre si invita il Ministro dell’Istruzione a voler ricalcolare gli organici di sostegno, sulla base delle effettive iscrizioni degli alunni con handicap, si invitano i genitori ad inviare ai Dirigenti delle scuole ove hanno iscritto i loro figlioli con handicap e che dovranno segnalare ai Direttori scolastici regionali il fabbisogno dei posti di sostegno sulla base della vigente normativa, la seguente lettera:

Al Dirigente dell’Istituzione scolastica (denominazione ed indirizzo)
e p.c. al Provveditore agli Studi

Oggetto: integrazione scolastica di qualità del proprio figlio in situazione di handicap

I sottoscritti genitori del/lla figlio/a minore in situazione di handicap iscritto/a alla scuola da Lei diretta
Premesso
che ai sensi del D.M. n. 141/99 le classi frequentate da alunni con handicap non possono avere più di 25 alunni e che in ciascuna di esse non può essere iscritto più di un alunno con handicap (massimo due purché con handicap lieve);
2) che nei casi di particolare difficoltà, il numero degli iscritti può scendere anche sino a 20, purché sia predisposto un apposito progetto da tutto il Consiglio di classe;
3) che ai sensi del D.M. n. 331/98 artt. 41 e 44 il numero delle ore di sostegno all’integrazione degli alunni con handicap è in concreto assegnato sulla base di un progetto predisposto da tutto il Consiglio di classe;
4) che ai sensi dell’art. 22 comma 3 L. n. 448/01 l’assegnazione delle ore per le attività di sostegno è effettuata su proposta dei dirigenti scolastici, sentiti i competenti organi collegiali delle singole scuole;

tutto ciò premesso

chiedono alla S.V.

a) – di voler rispettare le norme sopra citate
b) – di voler da subito acquisire il richiesto progetto dai Consigli di classe interessati, nonché i pareri del Collegio dei docenti e del Consiglio d’Istituto.

Sono in attesa di conoscere l’esito della presente richiesta e, rimanendo a disposizione per tutto quanto possa occorrere, porgono distinti saluti.

Data,
Firme,

Il Presidente
Pietro Vittorio Barbieri